Atomizzazione e collettività: diffusione dell’alimentazione fuori casa nella prima metà del XX secolo Cover Image
  • Price 3.00 €

Атомизация и колективност: разпространение на храненето извън дома през първата половина на ХХ век
Atomizzazione e collettività: diffusione dell’alimentazione fuori casa nella prima metà del XX secolo

Author(s): Rayna Gavrilova
Subject(s): Anthropology
Published by: Институт за етнология и фолклористика с Етнографски музей при БАН

Summary/Abstract: Il presente articolo tenta di ricostruire e interpretare un’abitudine che si colloca a metà strada tra la festività e la quotidianità e contiene elementi sia dell’una che dell’altra: si tratta del mangiare fuori casa nei vari tipi di locali di ristorazione. L’approccio all’attuale ricerca è di carattere storico antropologico, mentre la situazione concreta è rappresentata dall’ambiente cittadino bulgaro nell’arco di tempo che va dalla riconquista dell’indipendenza dello Stato bulgaro nel 1878 alla Seconda Guerra mondiale: un periodo che definirei decisivo per la civilizzazione della popolazione cittadina. Il concetto del mangiare come atto sociale e non solamente biologico che si è via via imposto nell’ambito delle scienze sociali ha permesso di discutere e vedere le azioni quotidiane di routine in una prospettiva di gran lunga più attraente: quella dell’indagine sui sensi occulti ma condivisi. I mutamenti nell’organizzazione della vita urbana, i modelli della comunicazione professionale e urbana moderna che vengono imposti in maniera espressa ed attiva portano a una rapida diffusione sia delle istituzioni, sia delle pratiche proprie della modernità – almeno nella sua versione mitteleuropea della media e piccola borghesia. D’altra parte lo scarso sviluppo della società bulgara, la fragilità della cultura urbanistica moderna e il basso tenore di vita impongono il mantenimento di una serie di pratiche e modelli di comunicazione premoderna – gli ambienti fami liari, le caffetterie come un’oasi del sociale insieme vecchia e “nuova”, la sopravvivenza e la mutua assistenza collettiva trapiantati nelle nuove istituzioni. L’atomizzazione della vita privata è accompagnata dalla formazione di nuovi gruppi ibridi. L’eliminazione di vari elementi dell’economia domestica è accompagnata dall’ “addomesticare” degli spazi collettivi. Nella cultura si mantengono altresì gli atteggiamenti legati a questi ultimi, come anche la scala di valori che predilige la collettività, l’atmosfera accogliente del gruppo. Ciò alimenta un processo parallelo e simultaneo di formazione di nuove collettività collocabili a metà strada tra le comunità tradizionali e le nuove parentele a scelta propria.

  • Issue Year: XXIX/2003
  • Issue No: 4
  • Page Range: 82-94
  • Page Count: 13
  • Language: Bulgarian